Dieta dopo le feste

Dieta dopo le feste Clicca sulla foto per ingrandirla.

I segnali del corpo che ci richiedono la dieta secondo la nutrizionista di Bari

Terminate le feste facciamo i conti con la bilancia e con gli indumenti. Per alcune persone mangiare molto liberamente durante le feste e poi rimettersi a dieta è purtroppo un automatismo e dico purtroppo poichè questo comportamento sottintende che la dieta venga considerata un'azione d'urto, di riparo, di limitazione. Pensare alla dieta in questi termini crea già una sensazione "disfunzionale", che spingerà facilmente dopo breve tempo all'abbandono da parte del soggetto a dieta dei comportamenti alimentari più corretti. Sicuramente durante le feste accade a tutti di consumare con maggior frequenza un pranzo più ricco, di associare ai cibi gli alcolici o di terminare i pasti con dolci della tradizione. Non è possibile evitarlo e neanche corretto pensando ad uno stile di vita sano che duri nel tempo. Allora è importante imparare a convivere e a concedersi momenti di svago senza troppo rimorso dopo che le feste passano. Una semplice strategia che si può applicare già durante le feste è che è possibile alternare ai giorni più ricchi "giorni di regolarizzazione", riprendendendo semplicemente la nostra routine alimentare equilibrata da uno schema dietetico e con essa il movimento. Così passando da una cucina di città di mare ad una di montagna più grassa, durante le mie vacanze natalizie, ho mantenuto il mio peso stabile inserendo sempre i giorni di regolarizzazione e facendo attività giornaliera con passeggiate a piedi o escursioni a cavallo.
Seguire una dieta correttamente vuol dire prima di tutto NON SENTIRSI A DIETA, ma SENTIRSI IN UNO STATO DI BENESSERE. Per far questo è necessario non saltare i pasti, mangiare ad orari regolari, mantenere in giornata le 2 porzioni rispettivamente di frutta e verdura, bere regolarmente acqua e "usare il corpo" piuttosto che rilassarsi. Il nostro corpo ha bisogno di tutto questo in modo quotidiano e ci invia continuamente segnali. Ad esempio quali sono i segnali che il corpo ci invia soprattutto dopo le feste e che ci devono far capire che è necessaria la dieta? Moltissimi ma per brevità vi indico i 5 più comuni:

1) sensazione di gonfiore in particolare quello addominale determinata frequentemente dal disordine alimentare
2) irregolarità intestinale in particolare stipsi poichè è ridotto l'apporto giornaliero di fibre 
3) sensazione di stanchezza in particolare dopo pranzo da eccesso di carboidrati
4) sonno irregolare o non ristoratore per pasti non regolari o copiosi in particolare quello serale
5) acidità gastrica o reflusso per squilibrato consumo di alimenti in particolare quelli grassi.

A tutti questi in molti casi dopo le feste si aggiunge l'aumento di peso. Piuttosto che cercare di sedare i segnali del nostro corpo, dovremmo imparare a comprendere che se li avvertiamo c'è qualcosa nel nostro stile di vita che non è in accordo con il nostro benessere. Ed anche il peso è un segnale energetico che ci informa. Quando aumenta ci informa che l'energia contenuta nei cibi che abbiamo assunto durante le feste era eccessiva rispetto a quella consumata e che questo squilibrio è stato mantenuto con costanza. Allora impariamo ad interpretare correttamente questi segnali senza indugio o rimorso.  Vi posso assicurare che è meraviglioso constatare di volta in volta quanto la dieta sia un fattore chiave, sia la risposta spesso unica ai segnali di allarme del nostro corpo.

Hai Domande?

Tutti i campi sono obbligatori

Accetto il trattamento dei dati personali in conformità del Regolamento UE 679/2016 (GDPR)