DIETA MEDITERRANEA

DIETA MEDITERRANEA Clicca sulla foto per ingrandirla.

Un modello vincente

La storia della dieta mediterranea inizia tra gli anni '50-'60 da una importante intuizione di Ancel Keys, un biologo, epidemiologo e fisiologo statunitense. Fondamentalmente Keys dopo essere giunto in Italia e aver soggiornato nel Cilento e aver osservato lo stile alimentare del Sud Italia avviò attraverso il progetto “Seven Countries Study”, uno studio comparativo dei regimi alimentari di 14 campioni di soggetti di età compresa tra 40 e 59 anni, per un totale di 12.000 casi, distribuiti in sette diversi paesi di tre continenti (Finlandia, Giappone, Grecia, Italia, Olanda, Stati Uniti e Jugoslavia). I dati ottenuti dallo studio, mostravano che i paesi che si affacciavano sul bacino del Mediterraneo presentavano una bassa incidenza di mortalità per cardiopatia ischemica rispetto ai paesi del Nord Europa. Allora Keys associò tra loro tre fattori: una dieta ricca di vegetali e povera di cibi di origine animale tipica del regime alimentare mediterraneo con i bassi livelli di colesterolo nel sangue e con la bassa incidenza di infarto del miocardio. 
Nel 2010 la dieta mediterranea è stata riconosciuta come parte del PATRIMONIO IMMATERIALE DELL'UMANITA'. Ma quanti sanno esattamente di cosa si tratta? E soprattutto quanti la praticano veramente, considerando che i tempi, i cibi e lo stile di vita sono cambiati oggi rispetto agli anni '50?

La dieta mediterranea originale privilegiava il consumo di carboidrati complessi e integrali (pasta, pane, patate e riso), legumi, verdure e ortaggi e frutta. 
Le fonti proteiche in quantità ridotte erano rappresentate dal pesce in particolare quello azzurro (alici, sarde, sgombro e tonno), latte, formaggi, uova, carni ovine, caprine o di animali da cortile.
Il consumo di grassi era limitato e comunque garantito da olio extravergine d'oliva e frutta secca mentre i dolci erano presenti nelle ricorrenze, rigorosamente artigianali con frutta, zucchero o miele.
Il vino era assunto in quantità moderata e associato solo ai pasti principali.

Questo semplice modello alimentare era praticato nel paese di Nicotera in Calabria ed era comune a molti paesi che si affacciavano sul bacino del Mediterraneo.
ALIMENTI SEMPLICI, FRUGALI E ATTIVITA' FISICA GIORNALERA garantivano la longevità degli abitanti di Nicotera.
Oggi, le ricerche scientifiche sulla dieta mediterranea studiano e chiariscono sempre più gli effetti antinfiammatori, antiossidanti, antitumorali e garanti di buona salute. 
Oggi, la dieta mediterranea, considerata un prezioso mix di fattori gastronomici, ambientali e antropici creatosi nel nostro meraviglioso paese diversi decenni fa, per essere PROTETTA e TRASMESSA deve essere PRATICATA.

Hai Domande?

Tutti i campi sono obbligatori

Accetto il trattamento dei dati personali in conformità del Regolamento UE 679/2016 (GDPR)